BALCONI: chi paga e come si ripartiscono le relative spese?

Il balcone, chiamato anche poggiolo, è una sporgenza della facciata di un edificio, dotata di una ringhiera o di un parapetto.

I balconi sopra descritti, c.d. aggettanti, costituiscono un prolungamento della corrispondente unità immobiliare, motivo per cui appartengono in via esclusiva al proprietario di quest’ultima, con la naturale conseguenza che la spesa inerente la relativa manutenzione è a carico esclusivo del condomino che ne è proprietario.

Alla luce di quanto sopra esposto, si ricava che quando si debba intervenire sul balcone, la decisione non può essere assunta dal Condominio: è nulla, infatti, la deliberazione assembleare che decide ed incide sulle parti private del balcone.

Eccezione: è valida, invece, la deliberazione che dispone degli interventi sulle parti decorative del balcone che si armonizzano con il prospetto del fabbricato. Il tutto in virtù del c.d. decoro architettonico.

spese condominiali balcone
spese condominiali

Ne consegue che le spese condominiali per le parti “a vista” del balcone, che assolvono principalmente una funzione decorativa, devono essere ripartite tra tutti i condomini, in base ai millesimi di proprietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *